vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

CSSAS - Centro Sperimentale per lo Studio e l'Analisi del Suolo

Il CSSAS - Centro Sperimentale per lo Studio e l'Analisi del Suolo è stato istituito con deliberazioni del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione dell'Università di Bologna rispettivamente in data 5 e 23 novembre 1982 e da allora ha opera presso la Facoltà di Agraria, ed oggi facente parte del Dipartimento di Scienze Agrarie.

Il CSSAS tra le sue attività principali ha da un lato sviluppato indagini ambientali e geopedologiche finalizzate alla progettazione  ed alla pianificazione territoriale privilegiando, in particolare, i  contatti diretti con amministrazioni pubbliche attraverso la  stipulazione di contratti di ricerca o di apposite convenzioni  e  dall'altro  predisposto programmi didattici per l'attivazione di corsi di approfondimento, di specializzazione, di aggiornamento e di formazione  relativi ai metodi ed alle tecniche di lettura e di analisi dei caratteri territoriali e dell’ecosistema.con particolare attenzione all’applicazione dei sistemi informativi geografici nella valutazione delle modificazioni ambientali e territoriali. Nel 1994 il CSSAS ha ideato il Progetto per la Scuola denominato “Pianura senza confini” che ha come obiettivo quello di diffondere l’uso della cartografia e del telerilevamento nella programmazione didattica di ogni ordine e grado; attualmente il Progetto che ha assunto la nuova denominazione di “Territorio senza confni” e’ stato inserito nella attività del CIDIEP (Centro di Documentazione, Informazione, Educazione Ambientale e Ricerca sull’Area Padana) e riconosciuto come progetto di valenza nazionale dai Ministeri della Pubblica Istruzione e dell’Ambiente. In tale contesto il Centro ha organizzato corsi di formazione e di aggiornamento per insegnanti delle scuole elementari e medie in accordo con i Provveditorati agli Studi di Bari, Bologna, Lodi, Milano, Modena, Parma e Piacenza.

Dal 1996 il CSSAS partecipa alla iniziativa della Commissione Didattica di Ateneo e del Dipartimento di Scienze dell’Educazione della Università degli Studi di Bologna, relativa a “Modelli innovativi nella didattica universitaria”, organizzando corsi in materia di cartografia, telerilevamento e sistemi informativi geografici nell’ambito del Progetto C2.

Nel triennio 2000-2002 ha promosso, coordinato ed attuato, per conto del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica nell’ambito del Piano CIPE-Potenziamento  delle  reti di ricerca (legge 488/92) - Programma operativo “Servizi al cittadino e al territorio”, il progetto “Modello integrato di monitoraggio su differenti realtà territoriali collegate ad un sistema informativo geografico - Cluster22/Progetto 10” in collaborazione con i soggetti giuridici partecipanti ed attuatori: Centro Quadrifoglio - Associazione Gruppi Produttori Agricoli ; Comunità Montana Alto Astico e Pòsina e Provincia di Venezia -Settore Tutela e Valorizzazione del Territorio

Nel triennio 2003-2005 ha coordinato per conto del MIUR nell’ambito del Macro Obiettivo:  Le civiltà mediterranee nel sistema globale - Scienza e tecnologia nella Società della Conoscenza: nuove dinamiche di apprendimento e processi economici e sociali emergenti fra globalizzazione, società multi - etniche ed economia digitale e studio dell'impatto sui sistemi di istruzione e formazione (PNR 2001-2003 -FIRB art.8- D.M. 199 Ric. Del 8 marzo 2001)il  Progetto di Ricerca “ Diffusione e sperimentazione della cartografia, del telerilevamento e dei sistemi informativi geografici, come tecnologie didattiche applicate allo studio del territorio e dell'ambiente” la cui documentazione del è consultabile sul sito web http:// catgis.dista.unibo.it.